Estrattori di succo: estrattore VS centrifuga

Estrattore di succo e Centrifuga a confronto

Ogni volta che inizio a parlare di estrattori di succo la prima domanda che mi viene sempre fatta è: che differenza c’è fra un estrattore e una centrifuga? Un classico.

Estrattori e Centrifughe apparentemente ci permettono di ottenere un risultato molto simile: un succo di frutta o verdura. L’assunzione di questi sotto forma di succo ci permette un maggiore assorbimento delle sostanze nutritive (65%, contro il 17% da frutta e verdura intera), un tempo di digestione decisamente inferiore (10-15 contro 4-5 ore della frutta e verdura intera) ed un approccio più “amichevole” a verdure che normalmente non amiamo consumare intere come broccoli, cavoli o spinaci.

Ma come funzionano gli estrattori e le centrifughe?

La centrifuga ci permette di ottenere il succo utilizzando delle lame rotanti ad altissima velocità’ (8.000/18.000 giri al minuto) che frantumano la frutta e la verdura, e grazie alla forza centrifuga la spingono contro il filtro che separa polpa da succo.

Un estrattore usa una a coclea (una vita) inserita in un filtro, che girando a bassa velocità (di solito intorno ai 100 giri al minuto, ma anche 40 giri al minuto nei modelli migliori) macina e schiaccia contro il filtro frutta e la verdura.

Al di là delle considerazioni su rumore, consumo e temperatura operativa, che sono principalmente delle strategie di marketing, ci sono differenze concrete, quantitative e qualitative, legate al succo prodotto che rendono gli estratto, a mio avviso, sicuramente superiori. Quali sono?

Gli estrattori hanno una resa maggiore rispetto alle centrifughe

Gli estrattori riescono ad estrarre fino al 30% di succo in più. Questo è facilmente verificabile esaminando la polpa di scarto che nell’estrattore è particolarmente secca.

Gli estrattori ci consentono di ottenere succo da verdure e frutta difficili come, verdure a foglia, frutta molto morbida, bacche, frutta secca, che sono praticamente inutilizzabili in una centrifuga. Le centrifughe però si comportano meglio con la verdura molto fibrosa.Gli estrattori hanno una resa migliore rispetto alla centrifuga.

Gli estrattori hanno una resa migliore rispetto alle centrifughe

Le centrifughe, girando ad alta velocità, tendono ad insufflare aria all’interno del succo. Questo causa un processo di ossidazione già nei 10 minuti successivi la preparazione. L’estrattore non ha questa criticità’, non includendo quasi del tutto aria nel succo. Il processo di ossidazione e’ molto più’ lento, prolungando il beneficio delle sostanze nutritive e la conservazione del prodotto.

Gli estrattori producono un succo omogeneo, quasi senza polpa e fibra. I succhi vengono quindi quasi universalmente considerati più buoni e sicuramente più piacevoli al consumo.

Ma attenzione!

Gli estrattori sono soluzione superiore a una centrifuga e possono essere di grande aiuto per migliorare le nostre abitudini nutrizionali.

Ma valutate bene l’acquisto perché, quelli di qualità, hanno dei costi elevati, intorno ai € 500, quando una buona centrifuga ne costa circa la metà. La spesa va ponderata ad un concreto utilizzo.