Semi di Zucca: una breve introduzione

Semi di Zucca

Le loro proprietà hanno una lunga tradizione popolare, che di recente è stata confermata e anzi consolidata dagli ultimi studi ed evidenze scientifiche.

Possono essere un valido sostituto agli spezza-fame più classici e sono buoni sia crudi che tostati.

Noti per gli effetti benefici sulla prostata, da essi per spremitura si può ottenere l’olio che si assume in perle. E’ comunque salutare per il sistema urinario di donne e uomini nella prevenzione di alcune fastidiose infezioni.

Sono ricchi di omega 3 (ottimi per il cuore e il sistema cardiovascolare) e di molti minerali come ferro, selenio, fosforo e zinco.

Una particolarità di questi semi è il loro contenuto di triptofano, un amminoacido che promuove il sonno. Il nostro corpo non è capace di sintetizzarlo, sarà  quindi importante il suo apporto tramite la dieta.

Grazie alle proteine ad alta digeribilità che contengono aiutano a prevenire i picchi glicemici, risultando quindi ottimi per chi soffre di diabete e per chi è a dieta.

Sono dei buoni alcalinizzanti, riequilibrano quindi il nostro pH metabolico, che spesso tende all’acido a causa di molti e comuni fattori (dieta sbagliata, uso di farmaci, reazioni metaboliche). Argomento che riaffronteremo.


Buon appetito!