Avena: proprietà benefiche e perché la consumo spesso

Fiocchi di Avena in una ciotola

L’avena che troviamo più spesso in vendita per scopo alimentare e’ l’Avena Sativa, ovvero l’avena comune, un cereale non ancora popolarissimo da noi ma molto diffuso nella dieta dei paesi nord europei.

Questa si può trovare sotto forma di farina, crusca, ma soprattutto in fiocchi, ovvero i chicchi privati dell’involucro esterno e trattati tramite un blando processo termico e meccanico.

Le fibre che fanno bene a glicemia, colesterolo ed intestino

Nella parte più esterna dei suoi fiocchi troviamo i beta-glucani, fibre solubili (carboidrati) che non contengono amido e che quindi non causano un aumento della glicemia.

Avrete sentito pubblicità ed articoli che parlano di quanto ormai la nostra dieta sia povera di fibre e di quanto fanno bene all’intestino, ma questa è solo la punta dell’iceberg.

Assunti insieme ad un liquido, nell’intestino tenue, creano un ambiente viscoso, in pratica un gel, che aderisce ai villi intestinali. Questo gel riduce il passaggio di acidi grassi e glucosio nel sangue.

Conseguenza: picco glicemico e insulina sotto controllo e riduzione del colesterolo.

Arrivati poi nell’intestino crasso (l’ultimo tratto dell’intestino) i beta-glucani fermentano diventando dei prebiotici che servono per alimentare i batteri “buoni”. Utili per aiutarci a controllare il problema del meteorismo post pasto della sera…e non fate finta che a voi non sia mai capitato!

Perché l’assumo ogni giorno

L’avena però non contiene solo queste fibre, ma anche minerali, vitamine, omega 3, polifenoli e altre sostanze che lavorano in sinergia tra di loro prevenendo malattie metaboliche.

L’avena aiuta anche a limitare la fame ed è un buon lipolitico e proprio per questo viene consigliata nelle diete.

Quindi, provate ad inserirla nella vostra dieta, una buona quantità potrebbe essere 30g di fiocchi al giorno e fatemi sapere se anche voi non ne potete più farne a meno.

Assumerla è facilissimo. A colazione e/o a merenda nel latte, magari come porridge, nello yogurt, anche con altri cereali e frutta secca o come l’assumo io, semplicemente nel tè (…vi avverto in anticipo che in questo modo piace veramente a pochi).

Ricordatevi che è sempre bene assumere i fiocchi d’avena accompagnati da dei liquidi e ancora meglio se preceduti da un bel bicchiere d’acqua per innescare il processo che vi ho indicato sopra.

Buona Avena a tutti!