Collagene: Cos’è perchè può esserci utile?

Pelle a confronto con bassi e alti livelli di collagene

Il suo nome deriva dal greco e significa “che genera colla”, “che unisce”.

E’ una proteina strutturale organizzata in fibre resistenti ed è componente naturale di: pelle, tendini, cartilagini,ossa, denti, membrane, cornee e vasi.

Il 6% del nostro peso corporeo è collagene!!

La sua funzione è di conferire elasticità e compattezza, in questo modo fornisce una protezione meccanica alla pelle e indirettamente ad altri organi, creando una vera e propria impalcatura, che sostiene i tessuti. In pratica lo si potrebbe definire lo “scheletro” della pelle.

Si presenta sotto forma di gel resistente che dona turgore distribuendosi negli spazi tra i tessuti idratandoli.

Diversi studi hanno evidenziato che con l’avanzare dell’età produciamo sempre meno collagene e contemporaneamente quello “maturo” viene attaccato e degradato dagli enzimi che produciamo.

Già a partire dai 30 anni la produzione cala, per arrivare ai 50 in cui è già ridotto del 40% (poveri noi!).

A risentirne non è solo la pelle che appare più sottile e molle, ma anche le articolazioni, con connessi mal di schiena e dolori, e i vasi sanguigni che tendono a diventare rigidi e a spaccarsi.

Questo processo fisiologico è velocizzato da fattori come: sole, predisposizione genetica,eccessiva produzione di radicali liberi data da stress, fumo, alcol, alimentazione…

Per rallentare questo processo possiamo curare la nostra alimentazione ed integrarlo oralmente

Carne, pesce, proteine della soia, legumi, frutta secca forniscono i mattoncini, aminoacidi e proteine, che servono per la sintesi del collagene. Un altro segreto è assumere molta vitamina C, che serve a proteggere l’organismo dall’attaco dei radicali e aiuta anch’essa la formazione della preziosa proteina.

Le ultime ricerche hanno evidenziato che assunto per via orale nella sua forma idrolizzata (scomposta) è molto facile da assorbire a livello intestinale, al contrario di come avviene normalmente col cibo perchè è una molecola “pesante”.

Una volta assorbito passa nel circolo sanguigno, tramite il quale va a depositarsi nei vari tessuti, ed in particolar modo nella pelle.

In questo modo fornisce gli aminoacidi essenziali per la sintesi e stimola l’azione dei fibroblasti che sono i responsabili della sua formazione. La proteina è inoltre in grado di interferire nel meccanismo di degradazione del collagene precedentemente formato, che normalmente porta alla formazione delle rughe, ad artrosi o degenrazione dei tessuti.