Intolleranze alimentari tra mito e verita’

Donna che si tocca la pancia dolorante per le intolleranze alimentari

Le intolleranze sono reazioni lente che insorgono anche 72 ore dopo aver ingerito l’alimento o essere venuti a contatto con la sostanza scatenante.

Questo meccanismo risulta quindi ingannevole, perché si fatica a capire quale sia stata la causa dei nostri sintomi.

Questo accade perchè il nostro organismo ha dei sistemi di regolazione (basofili e neutrofili) che in caso di intolleranza riescono per un determinato periodo a controllare al meglio le reazioni, che sono però solo ritardate.

E’ come se il nostro organismo riconoscesse subito il “nemico” e per qualche giorno lo tenesse sotto controllo, cercando di limitare i danni provocati da esso, ma alla fine non riuscendo ad arginare il fenomeno lo lasciasse sfociare a causa della ripetuta ingestione.

Attenzione, non confondete le intolleranze con le allergie e non decidete da soli la terapia da seguire

Le allergie entrano in azione tramite gli anticorpi i quali  agiscono immediatamente al contatto dell’alimento causando la comparsa immediata dei sintomi.

Le intolleranze sono molto comuni e ci abituiamo spesso a sopportarle senza preoccuparci di scoprire il vero responsabile di queste e ricorrendo spesso ad una terapia che decidiamo noi stessi senza molto criterio.

Inutile dirvi quanto questa abitudine sia sbagliata!
In fondo facciamo controlli come la misurazione della pressione, colesterolo o glicemia… lo stesso dovrebbe valere per le intolleranze.

I sintomi possono essere vari e molto diversi da individuo ad individuo

  • disturbi intestinali e gastrici (nausea, vomito, stipsi o diarrea)
  • rush cutanei, anche con prurito
  • alitosi
  • variazioni importanti di peso
  • insonnia
  • nervosismo
  • mal di testa ricorrenti
  • stanchezza cronica

Il lato positivo è che le intolleranze alimentari possono essere risolte con l’eliminazione di alcuni alimenti o sostanze e con la loro graduale reintroduzione nella nostra dieta dopo un periodo sufficiente di depurazione da questi.

I test effettuabili per verificare la presenza di questi disturbi sono di diverso tipo e si basano su discipline diverse. Approfondiremo le diverse tipologie di test in post futuri.

E voi vi ritrovate in alcuni dei sintomi elencati?