Gli oli essenziali e le basi dell’ aromaterapia

Olio essenziale di mandarino

Lo studio degli oli essenziali e l’aromaterapia rientra pienamente nel campo del benessere in quanto i suoi usi trascendono la semplice funzione olfattiva, ma attraverso applicazioni topiche, inalatorie ed orali possono contribuire al mantenimento dello stato di salute e svolgere funzioni terapiche.

Dopo un breve accenno alla storia di questa disciplina vi proporrò ogni mese la scheda di un olio diverso, per imparare a conoscerlo ed utilizzarlo.

Gli oli essenziali sono materie prime antiche e preziose nella profumeria ma anche nella fitoterapia

Lo studio degli oli essenziali, sostanze odorose volatili derivate dalle piante, inizia dai tempi degli antichi Egizi, che scoprirono come ottenere le prime essenze strizzando dei teli pieni di piante fresche o fatte evaporare al sole e che le utilizzavano dai cosmetici, ai profumi per finire con l’imbalsamazione dei corpi dei loro defunti avendo loro ben note le proprietà fortemente disinfettanti di determinate essenze.

Detto ciò si passa dagli Arabi, attraverso i crociati e si arriva all’inizio del XX secolo, per l’esattezza al 1910 con il medico per trovare l’inizio dell’uso medico degli estratti aromatici delle piante grazie all’ingegnere chimico Gattefossé che scoprì le proprietà cicatrizzanti dell’essenza di lavanda dopo un grave incidente in laboratorio e dopo aver tentato con numerosi farmaci senza ottenere l’effetto sperato.

Si potrebbe considerare una “medicina dolce” ma il divario tra dose terapeutica e tossica è molto breve

L’Aromaterapia è una disciplina che fa parte della Fitoterapia, la scienza che cura le malattia grazie all’utilizzo delle piante e dei loro estratti. Si potrebbe quindi pensare ad una “medicina dolce”, in realtà essa è potente e va ben gestita e non sottovalutata, il suo indice terapeutico è molto basso e ciò significa che il divario tra dose terapeutica e tossica è molto breve, in pratica vanno ben rispettate le dosi prescritte.

Proprio per questo motivo mi limiterò a parlarvi di quelli che sono gli usi esterni di queste potenti molecole, in modo tale che possiate dormire sogni tranquilli.

E voi, avete voglia di provare la forza delle essenze? La prossima volta si parla di uno degli oli essenziali più comuni, la lavanda.