Lavorare materie prime naturali è quasi un’arte

Piante Mediche in Bottiglia

A volte il costo di un integratore 100% naturale, o comunque a base di estratti vegetali, è giustificato dalle difficoltà di conservazione e lavorazione delle piante.  

Oggi vorrei raccontarvi di alcune delle difficoltà che si possono incontrare, così vi sarà facile capire perché un prodotto valido ed efficace può ragionevolmente raggiungere costi non proprio bassi.

Innanzitutto va detto che non tutte le piante contengono lo stesso quantitativo di principio attivo. E noi che abbiamo già parlato di titolazione sappiamo che questo è un problema molto importante. I motivi possono essere diversi:

  1. a) naturali, che intervengono quando la pianta è viva. Questi a loro volta si dividono in:
  • endogeni, cioè interni alla pianta, ad esempio genetici o di sviluppo; il patrimonio genetico può essere migliorato, scegliendo le piante genitrici (selezione o ibridazione)
  • esogeni (esterni), il clima, il terreno ed in fine un fattore geografico. Sono fattori ambientali, indipendenti dalla piante stessa, ma che daranno una differenza quali e quantitativa di concentrazione di attivi. Ad esempio la stessa pianta coltivata in due diverse parti del mondo potrebbe non contenere le stesse sostanze. Variazioni di temperatura, umidità, minerali nel terreno posso influenzare i processi metabolici interni ad essa e dare quindi risultati assai differenti.
  1. b) artificiali, che intervengono dopo che la pianta è stata raccolta, ma prima che venga lavorata.  Questi daranno solo variazioni quantitative.

Proprio per evitare certi processi le piante vengono messe sotto vuoto, in questo modo eviteremo i più importanti, cioè i fattori biotici come reazioni enzimatiche che posso danneggiare le sostanze presenti o infestazioni di macro e micro parassiti.

Anche a casa ricordate sempre che temperature alte, luce e umidità danneggiano le vostre spezie o i vostri infusi, che potrà sviluppare una carica batterica, cambiare odore o colore e perdere le sue proprietà.

E voi dove conservate le vostre tisane? Scommetto tutti in cucina, sopra i fornelli o il secchiaio!