Olio essenziale di Ylang ylang – Proprietà ed utilizzi

Ylang Ylang Fiori

Pianta tropicale originaria del sud-est asiatico, viene coltivata in particolare nelle isole (Madagascar, Comore, Reunion) e il suo profumo inebriante ci porta immediatamente a questi luoghi esotici.

In natura arriva a misurare anche i 20 metri d’altezza e il suo tempo balsamico corrisponde al momento in cui i suoi fiori, maturando, si colorano di un colore giallo intenso. Il suo nome tradotto significa “fiore dei fiori” grazie alla sua essenza delicata e dolce.

Proprietà ed utilizzi:

  • Provate ad aggiungerlo nell’acqua della vostra vasca da bagno, noterete le sue proprietà rilassanti e antistress. Esso infatti, se inalato o massaggiato, aiuta anche ad abbassare la pressione sanguigna e il battito cardiaco. Attenzione, ciò non significa che questo olio possa sostituire eventuali prescrizioni del vostro medico.
  • Miscelato con un olio naturale di base, mandorle ad esempio, aiuta la salute dei capelli, rinforzandoli.
  • Ha un’azione sebo-regolatrice, attiva su pelli acneiche e grasse.
  • Massaggiato sulle tempie, possibilmente sempre insieme ad un altro olio, aiuta in caso di cefalea.
  • Note a tutti sono le sue proprietà afrodisiache sull’emisfero femminile.
  • Viene usato anche per le sue proprietà rilassanti sul muscolo dell’utero. Per questo viene utilizzato in caso di sindrome premestruale.

Attenzione…

Non è tossico, ma il suo aroma intenso può portare a nausee e mal di testa, per questo state attenti a dosarlo con cura e possibilmente a diluirlo con un olio base, rigorosamente naturale.

Si armonizza bene con:

Zenzero, gelsomino, neroli, rosa damascena. Provate a creare il vostro balsamo, sensuale e rilassante, per corpo e capelli: vedrete che belli, provare per credere!