Gambe Pesanti: 5 piante per aiutare la circolazione

Bacche di Mirtillo

Come promesso oggi parliamo di quelle piante che intervengono positivamente sul nostro sistema circolatorio, migliorando il tono dei vasi venosi.

Rusco (Ruscus aculeatus)

o pungitopo, se ne usa il rizoma (radice) per usi salutistici. I principi attivi che si ottengono da questa pianta sono le ruscogenine che lavorano come tonico delle vene e del microcircolo, evitando anche la formazione di edemi nelle gambe. Il rusco inoltre presenta un’ottima attività antinfiammatoria e diuretica.

Ha inoltre un’ottima tollerabilità, quindi non ha effetti collaterali, ovviamente se preso alle dosi consigliate.

Vite rossa (Vitis vinifera)

Se ne utilizzano le foglie, che si raccolgono in autunno, quando queste diventano rosse. Esse contengono antocianosidi e flavonoidi che rafforzano i vasi rendendoli meno permeabili.

Le sue azioni sono quelle di: aumentare la resistenza dei vasi, diminuire la permeabilità capillare (evita gli edemi), protegge anche in caso di angiopatie di orgine diabetica.

E’ adatta quindi anche al trattamento di emorroidi, varici, fragilità capillare e soprattutto in caso di insufficienza venosa cronica.

Amamelide (Hamamelis virginiana)

Cresce in foreste umide e le sue foglie sono ricche di tannini e flavonoidi che vantano proprietà antiossidanti e toniche per i capillari. Funziona bene anche come antiossidante e presenta un’ottima affinità con la pelle, grazie alla quale esercita una forte azione antinfiammatoria su cute e mucose.

Ippocastano (Aesculus Hyppocastanum)

Uno dei suoi principi attivi è l’escina, una saponina che probabilmente conoscerete in molti perchè spesso in associazione con altri antinfiammatori classici per pomate utili a riassorbire ematomi, da questo potrete dedurre facilmente la sua azione sul sistema venoso.

Essa agisce infatti da vasocostrittore periferico, senza però dare ipertensione.

Mirtillo (Vaccinium myrtillus)

Ne esistono diverse specie, ma per le gambe e soprattutto i piccoli vasi preferiamo appunto il vaccinium. Se ne usano le bacche ricche di antocianine. Ottimo in associazione con i rimedi che vi ho spiegato in precedenza per la sua azione protettrice dei capillari, inoltre aiuta la vista , è un forte antiossidante ed ha azione antiaggregante (fluidificante del sangue).