Esposoma, cos’è e come contrasto l’invecchiamento precoce?

Esposoma Donna si difende da smog e inquinamento

Il concetto di Esposoma è stato definito per la prima volta nel 2005 dall’epidemiologo Christopher Wild come l’influenza dell’esposizione ambientale sull’aumento dei rischi di contrarre malattie croniche, quando questo non può essere spiegato semplicemente dalla variabilità genetica. Un concetto nuovo, ma allo stesso tempo già presente, che ha dato vita a numerosi studi scientifici

Oggi il significato è stato esteso, abbracciando una riflessione più ampia sul rapporto tra ambiente e salute; con Esposoma si intende infatti tutto l’insieme di fattori tipici del nostro stile di vita, esterni ambientali, come smog e raggi UV, e legati alla nostra routine, come stress e dieta irregolare, che portano il corpo ad ammalarsi e ad invecchiare precocemente.

A questo decadimento causato da fattori ambientali possiamo rispondere aiutando l’organismo a potenziare le sue difese e i suoi fattori di riparazione naturali, migliorando i nostri comportamenti alimentari, ma anche proteggendo e curando la pelle.

Come curo l’alimentazione…

Importanti sono i cibi ricchi di vitamina A, C ed E oltre di Polifenoli e Omega. Come ho già spiegato in passato, ho introdotto nella mia dieta molti Alimenti FunzionaliNutraceutici, ossia alimenti particolarmente ricchi di nutrienti specifici, selezionati per svolgere un’azione benefica mirata al nostro organismo. Questo vuol dire anche semplicemente avere un regime alimentare sano e attento, per esempio mangio molta frutta e verdura, possibilmente condita con oli ricchi di vitamina E e Polifenoli, come snack prediligo frutta secca, bacche, semi, cioccolata con alto contenuto di pasta di cacao.

Assume inoltre un buon integratore alimentare ricco in anti-ossidanti, utilizzandolo in maniera non continuativa, ma a cicli di 2 o 3 mesi.

Per altri spunti interessanti vi rimando al mio articolo che vi parla di Nutraceutica.

Come curo la pelle…

Nel caso della pelle, non mi stancherò mai di dirvelo, la prima cosa da fare fondamentale è proteggere la pelle con un filtro solare; non solo al mare o in montagna ma anche nel quotidiano, per andare a fare la spesa o al lavoro (anche qui vi rimando alla mia intervista al dott. Di Meo)!

Le soluzioni per proteggere la pelle ormai sono numerose e vanno ben oltre alle semplici creme estive, quindi non avete proprio scuse. Sbizzarritevi pure con fluidi anti lucidità ad assorbimento rapido, fondotinta con fattore di protezione.

Io adoro le CC e BB cream con fattore di protezione; si possono usare come un primer o come alternativa leggera al fondotinta, donano un colore compatto alla pelle e ne migliorano il tono.

Esistono poi dei prodotti specifici, che forniscono alla pelle un’idratazione profonda e alle sue cellule i minerali, quindi l’energia, per affrontare le lunghe 24h della nostra giornata, supportando le difese e i fattori di riparazione; si trovano in crema, in spray, in gel.

Ma io preferisco sempre quelle in Siero, da applicare mattina e sera, sotto la vostra crema preferita e sotto il solare prima di andare al mare.

E voi, avete già pensato ad una routine per aiutare l’organismo contro l’Esposoma?